Consigli Utili

Come pulire il marmo dal calcare e lucidarlo al meglio

Nel corso del tempo il marmo perde la sua naturale lucentezza e va incontro all’opacizzazione. In particolare il deterioramento del marmo avviene in cucina e in bagno dove il materiale è più esposto all’azione di sostanze acide e alla formazione di calcare.

Il primo passaggio per ottenere una lucidatura ottimale è quello di capire come pulire il marmo dal calcare e da altre sostanze che si depositano sulla superficie e ne rovinano l’aspetto e la qualità.

Il marmo è un materiale naturale di pregio che viene utilizzato non solo per gli interni, ma anche per i rivestimenti di spazi che circondano un’abitazione, per davanzali, viottoli, pavimentazioni, scale. Anche in questo caso il marmo si può macchiare, può ingiallire, può essere intaccato dal calcare. Occorre dunque sapere anche come pulire il marmo travertino esterno.

Uno strumento molto utile per la pulizia è la lucidatrice per pavimenti in marmo che permette di ottenere buoni risultati con meno fatica e più velocemente.

Come pulire il marmo dal calcare

 

Come pulire il marmo dal calcare

 

Il calcare è una roccia sedimentaria che si forma sulle superfici in casa e all’esterno per via della presenza di calcite nell’acqua. Per questo è importante mantenere il marmo sempre ben asciutto, per prevenire la formazione di depositi che con l’andare del tempo creano delle vere e proprie incrostazioni. Per esempio, un piano della cucina in marmo deve essere asciugato con cura dopo le quotidiane operazioni di pulizia.

Dunque, come pulire il marmo dal calcare? Il primo passo consiste nel procurarsi un anticalcare specifico che deve essere diluito con acqua perché condensato potrebbe risultare troppo aggressivo per le superfici in marmo e di conseguenza rovinarle, invece di riportarle all’originario splendore. La percentuale di anticalcare nella soluzione con acqua deve essere del 50%.

Le superfici di marmo devono essere strofinate con una paglietta imbevuta della soluzione, oppure con una spugna. Per pulire il marmo dal calcare si possono usare le pagliette che vengono abitualmente usate per le pentole.

Nel caso di incrostazioni consolidate che resistono al comune anticalcare, si può provare con la candeggina, lasciandola agire per mezz’ora sulla superficie da trattare che successivamente va strofinata con una spugna. Dopo aver rimosso così il calcare dal rivestimento di marmo, bisogna sciacquare bene per togliere i residui di candeggina e da ultimo asciugare tutto con cura.

·         Come pulire il marmo travertino esterno

Per le superfici di marmo che si trovano all’esterno della casa, facili bersagli degli agenti atmosferici, il procedimento di pulizia è più complicato perché richiede l’uso di prodotti più aggressivi, come una candeggina molto forte oppure dell’acido. In questi casi è opportuno indossare i dispositivi di protezione individuale appositi per evitare di venire a contatto con i prodotti chimici accidentalmente (guanti, occhiali, mascherina, camice).

·         Come lucidare il marmo senza lucidatrice

 

Al termine di una pulizia accurata del marmo, per donare alle superfici ulteriore lucentezza occorre sapere come lucidare il marmo senza lucidatrice. Per procedere alla lucidatura del marmo serviranno alcuni ingredienti di uso comune: sapone di Marsiglia, bicarbonato, sale e un secchio con dell’acqua calda.

Nel secchio con l’acqua calda bisogna sciogliere due cucchiai di bicarbonato, un tappo di sapone di Marsiglia, mezzo bicchiere di sale. In questo modo si ottiene un detergente naturale in grado di sgrassare e lucidare a fondo il marmo.

In alternativa si può pulire il marmo con una soluzione di acqua e alcol al 50%, asciugare poi la superficie e infine passarla con un vecchio maglione di lana.

 

Come pulire i pavimenti in marmo

 

Lucidatrice per pavimenti in marmo

 

Per la pulizia quotidiana o settimanale dei pavimenti in marmo è sufficiente utilizzare dell’acqua calda con un po’ di sapone di Marsiglia o del sapone neutro. Per passare la soluzione sui pavimenti in marmo occorre utilizzare un panno morbido oppure un vecchio maglione di lana. Al termine delle operazioni di pulizia, è sempre bene asciugare perfettamente con uno straccio di camoscio, che non graffia la superficie e la rende più lucida.

Bisogna poi rispondere alla domanda su come pulire i pavimenti in marmo nel caso in cui si abbia a che fare con delle macchie di unto. In questa eventualità si può utilizzare una miscela di venticinque grammi di sapone da bucato con due cucchiai di ammoniaca sciolti in mezzo litro di acqua. Per sciogliere il sapone da bucato occorre che l’acqua inizialmente sia calda. L’ammoniaca va aggiunta quando l’acqua si è ormai raffreddata.

 

 

Lucidatrice per pavimenti in marmo

 

La lucidatrice per pavimenti in marmo è un apparecchio costituito da un carrello munito di ruote e un blocco aspirante con spazzole apposite. Le rotelle che sostengono la lucidatrice possono essere mono o pluridirezionali così da permettere movimenti agili allo strumento. Le spazzole ruotano grazie a dei dischi rotanti azionati attraverso un motorino elettrico: con questo meccanismo si realizza la lucidatura vera e propria della superficie in marmo.

Nella parte superiore della lucidatrice per pavimenti in marmo è collocato il serbatoio che raccoglie la polvere e i residui rimossi dalle superfici. A seconda dell’estensione più o meno grande dei pavimenti da pulire sarà necessario scegliere una lucidatrice con una capienza cospicua o ridotta.

Le spazzole dure della lucidatrice servono a stendere la cera sui pavimenti di marmo, mentre le spazzole morbide sono perlopiù in feltro e hanno la funzione di lucidare le superfici già pulite a fondo.

 

·         Come lucidare il marmo con la lucidatrice

 

Una volta acquistata la lucidatrice per pavimenti in marmo occorre capire come utilizzarla. Dunque, come lucidare il marmo con la lucidatrice? Innanzitutto, bisogna procurarsi della pasta lucidante adatta alla superficie che si desidera trattare.

Partendo da un angolo del pavimento, si deve distribuire una piccola quantità di pasta lucidante su una superficie poco estesa. È sempre bene iniziare l’operazione con poco prodotto, perché toglierne poi l’eventuale eccesso risulta piuttosto oneroso.

La lucidatrice va passata sulla superficie del pavimento di marmo a bassa velocità in modo che la pasta lucidante venga distribuita in modo uniforme. Per avere un’ulteriore garanzia dell’omogeneità del risultato finale, è bene lucidare solo piccole aree di 0,1 – 0,2 mq, facendone una alla volta.

Se desiderate un rivestimento in marmo per la vostra casa, contattateci. I professionisti di Navoni Marmi sanno trovare le soluzioni giuste per ogni contesto particolare e sono lieti di formulare un preventivo senza impegno per soddisfare tutte le vostre esigenze.